Tecnico del restauro di Beni Culturali:  Schema di riferimento

Schema A) Professione regolamentata: lo schema non entra nel merito dei requisiti ma ha lo scopo unicamente di richiamare la normativa vigente applicabile collegandola al quadro di riferimento TAH-CF

Descrizione

PAS51: Tecnico del restauro di Beni Culturali

Il tecnico del restauro di beni culturali è la figura professionale che collabora con il restauratore eseguendo, con autonomia decisionale strettamente afferente alle  proprie competenze  tecniche, determinate azioni dirette ed indirette per limitare i processi di degrado dei beni ed assicurarne la conservazione, operazioni di cui garantisce la corretta esecuzione secondo le indicazioni metodologiche ed operative, sotto la direzione ed il controllo diretto del restauratore. Ha la responsabilità della cura dell’ambiente di lavoro e delle attrezzature, cura la preparazione dei materiali necessari per gli interventi, secondo le indicazioni metodologiche del restauratore.

La qualifica di tecnico del restauro di beni culturali si acquisisce solo all’esito della frequentazione di un corso di formazione professionale regionale triennale accreditato della durata di tre anni per un totale di almeno 2700 ore.

L’iscrizione all’elenco di Tecnico del restauro di beni culturali avviene mediante presentazione di istanza su questo portale. L’inserimento non è automatico, ma prevede una fase di controllo della documentazione pervenuta, volto alla verifica dell’effettiva rispondenza del titolo ai requisiti previsti dalla normativa.

Normativa di riferimento

D.M. 26 maggio 2009, n. 86. Regolamento concernente la definizione dei profili di competenza dei restauratori e degli altri operatori che svolgono attività complementari al restauro o altre attività di conservazione dei beni culturali mobili e delle superfici decorate di beni architettonici, ai sensi dell’articolo 29, comma 7, del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, recante il codice dei beni culturali e del paesaggio.

Requisiti di accesso alla figura professionale 

La qualifica di restauratore si acquisisce solo a seguito di conseguimento di:

Diploma di Laurea in Conservazione e restauro dei beni culturali (classe LMR02) o titolo equiparato

Diploma accademico di II livello a ciclo unico abilitante alla professione di restauratore di beni culturali (Codice DASLQ01)

L’elenco è aggiornato periodicamente con i nominativi di coloro che conseguono il titolo dopo ciascuna sessione di Laurea, trasmessi dalle Università, Accademie e Scuole di Alta Formazione accreditate

  • Ricerche correlate sulle Banche Dati dell’Archivio delle Competenze (IN FASE DI IMPLEMENTAZIONE) 

     

In Evidenza Heritage Interpretation

Formazione in Evidenza
Corsi Base 

Corsi di Alta Specializzazione